Roma, 18/06/2024
Roma, 18/06/2024

WHISPER realizzerà navi cargo a mix eolico-solare. Anche tre italiane nel progetto UE

11

Tre aziende italiane, tra cui la piemontese Solbian, collaboreranno con società europee per realizzare una nave ad energia eolico-solare in un programma finanziato dai fondi Horizon Europe

Anche la Solbian Energie Alternative, insieme alle triestine Ant. Topic e Dotcom, è tra le imprese che collaboreranno a uno studio europeo sull’utilizzo di un mix solare-eolico sulle grandi navi da carico. È il programma WHISPER, che utilizzerà quasi 9 milioni di euro di finanziamenti UE di Horizon Europe, il vasto programma quadro per la ricerca e l’innovazione europea per il periodo 2021-2027, per realizzare una soluzione per ridurre le emissioni dell’industria marittima a lungo raggio, responsabile dell’80-90% del commercio internazionale.

L’alternativa all’idrogeno made in Europe

Gli sforzi si inseriscono nella volontà di ridurre la dipendenza dai combustibili fossili, verso il raggiungimento dell’obiettivo dell’Organizzazione marittima internazionale (IMO) di dimezzare i livelli di emissioni di gas serra entro il 2050. Secondo gli studi iniziali, l’integrazione di un sistema ibrido solare ed eolico a bordo delle navi potrebbe ridurre i consumi di carburante fino al 15-30%. Le emissioni di anidride carbonica delle navi da carico a lungo raggio attualmente causano il 2,5% dei livelli di CO2 globale.

Come hanno spiegato i responsabili del progetto, “con WHISPER si punta a raggiungere un risparmio di carburante di circa il 30% sulle navi da trasporto per materiali e di oltre il 15% sulle portacontainer”. Il progetto è stato avviato il primo gennaio e dovrà concludersi a fien dicembre 2026.

Quella ipotizzata per il programma sarebbe un’alternativa all’idrogeno, le cui tecnologie sono ancora da migliorare. I ricercatori pensano di sfruttare le ampie superfici presenti sulle navi per produrre energia elettrica tramite delle vele tecnologiche ad ala basculante che forniscono una propulsione eolica, per ridurre i consumi del motore. Al momento si tratterebbe soltanto di un’integrazione all’alimentazione già presente.

La tecnologia di Solbian Energie Alternative

Su queste navi verrebbero impiegati pannelli fotovoltaici flessibili prodotti da Solbian, l’impresa piemontese fondata dal navigatore oceanico Giovanni Soldini.

Solbian è fermamente impegnata a diffondere l’utilizzo dell’energia solare sulle navi da carico – ha dichiarato Luca Bonci, amministratore delegato di Solbian confidiamo che l’unione delle competenze tra le aziende attive nel settore delle rinnovabili (solare ed eolico) e gli esperti del settore navale darà un forte impulso all’adozione di fonti di energia pulita nel trasporto marittimo”.

Insieme a Solbian, ci sono altre 12 aziende che partecipano al progetto WHISPER: oltre alle italiane Ant. Topic e Dotcom, l’islandese Verkís, impresa coordinatrice a capo del progetto, insieme alle compaesane Athygli, BBA/Fjeldco, Samskip e Sidewind, le francesi CANOE, AYRO e Stirling Design International, l’olandese Nav-Tech, e infine la partner inglese Lloyds Register.

Related Posts