Roma, 22/05/2024
Roma, 22/05/2024

Ricarica elettrica nel Delta del Po: Enel X Way con Porto Tolle

11

Il protocollo di intesa firmato con il Comune di Porto Tolle, permetterà a Enel X Way di contribuire all’elettrificazione del Parco Regionale del Delta del Po. Arrivano 4 infrastrutture di ricarica terrestri e la prima nautica pubblica targata Enel X Way in regione

Il primo progetto integrato di ricarica elettrica in Veneto

L’accordo prevede la realizzazione di una rete di ricarica terrestre e nautica pubblica nella cornice naturalistica del Parco Regionale del Delta del Po. Il primo nella regione, dove la società del Gruppo Enel ha già installato oltre 900 punti di ricarica (tra cui più di 50 nella provincia di Rovigo).

Per il Comune di Porto Tolle, in provincia di Rovigo, Enel X Way installerà 4 infrastrutture di ricarica terrestri, con un mix tecnologico composto da 2 WayPump, stazioni fast con una potenza che parte da 60 kW; 2 WayPole mini con una presa in corrente alternata fino a 22 kW, per un totale complessivo di 6 punti di ricarica terrestri. Inoltre, prevederà una infrastruttura di ricarica dedicata alle imbarcazioni elettriche.

Nelle prossime settimane il Comune di Porto Tolle ed Enel X Way individueranno i siti e daranno il via ai sopralluoghi tecnici propedeutici all’installazione delle diverse stazioni di ricarica.

“Continua l’impegno dell’Amministrazione Comunale – afferma l’assessore alle Attività Produttive, Tania Bertaggia – per perseguire l’obiettivo della sostenibilità ambientale. Si aggiunge un nuovo tassello al percorso tracciato di certificazione ambientale che ci ha visti ottenere la Bandiera Blu, Spiga Verde ed Emas. La mobilità elettrica risponde all’ esigenza sempre più importante di modificare il nostro stile di vita per consegnare un futuro migliore alle future generazioni”.

“La transizione elettrica – aggiunge l’assessore al Turismo, Raffaele Crepaldi – incontra il proprio limite nella scarsa rete infrastrutturale di ricarica. Porto Tolle, grazie a Enel X Way, vuole superare questo gap con questa azione concreta e cogliere al contempo la sfida di sensibilizzare il comparto ittico e il diportismo con la prima installazione di ricarica nautica”.

“Enel X Way – rileva Lorenzo Rambaldi, responsabile Innovazione e Sostenibilità di Enel X Way – crede fortemente nello sviluppo della mobilità elettrica a 360 gradi, che comprende anche soluzioni di ricarica a servizio della nautica che ne permettano uno sviluppo in chiave elettrica, così come è stato fatto per quella su strada. Viviamo in un paese bagnato dal mare su quasi 8000 km di coste, a cui si aggiungono tutte le vie navigabili interne, dai laghi fino ad arrivare a realtà uniche al mondo come la laguna veneziana e il parco regionale del delta del Po.

“In tale contesto – aggiunge Rambaldi – Turismo Green e Mobilità Sostenibile rappresentano per noi un binomio inscindibile, da concretizzare attraverso la realizzazione di progetti ecosostenibili sul territorio ed in particolare in zone ad alto potenziale turistico e raggiungere così molteplici obiettivi importanti, come ad esempio il risanamento e la tutela della qualità dell’aria, la conservazione e tutela del patrimonio naturale e della biodiversità. Favorire una mobilità a basso impatto ambientale, con mezzi a trazione elettrica per accedere alle aree più sensibili e di maggior valore naturalistico e artistico, traccia la strada per uno sviluppo socio-economico del territorio moderno, rispettoso dell’ambiente e che dà risposte alla domanda turistica e alle esigenze dei residenti”.

Le infrastrutture di ricarica saranno disponibili al pubblico e potranno essere individuate, prenotate ed utilizzate su tutte le piattaforme degli operatori interoperabili, tra cui l’App di Enel X Way, tramite il proprio smartphone o la carta RFID associata al proprio account.

Related Posts