Roma, 24/02/2024
Roma, 24/02/2024

Una hyperboat tutta elettrica e tutta italiana

11

Persico e Zagato si sono unite per creare un motoscafo elettrico e veloce. La Persico Zagato 100.2 Made in Italy supererà i 40 nodi e percorrerà circa 28 miglia nautiche con una ricarica

Un’unione di due eccellenze italiane. L’atelier milanese Zagato passa alla nautica dopo la sua notevole esperienza con le supercar, affiancandosi alla Persico Marine, nota costruttrice di carrozzerie di yatch, con un obiettivo: creare una hyperboat dallo stile elegante e a zero emissioni, in edizione limitata, come un “pezzo da collezione”.

La Persico Zagato 100.2

Il risultato della fusione di queste competenze tutte italiane è un motoscafo da diporto di poco meno di 8 metri e di quasi 2500 kg. Omologata per otto passeggeri, la PZ 100.2 ha uno stile contemporaneo e classico, con un profilo slanciato come ci si aspetterebbe dai costruttori dello scafo di Luna Rossa, e sarà disponibile solo per alcuni entusiasti dello yatching.

Saranno infatti prodotti 9 scafi che l’acquirente potrà personalizzare a piacimento, e nessuno degli stili sarà riprodotto per garantirne l’esclusività. Afferma infatti Andrea Zagato, amministratore delegato dell’atelier: “Il progetto ha avuto inizio da un’idea condivisa: la convinzione che l’imbarcazione dovesse essere un pezzo da collezione”.

Mark Somerville, direttore di Persico Marine, ha dichiarato in un’intervista: “Si tratta di nuove imbarcazioni, che avranno però un effetto anche sul grande pubblico. Quando vedremo utilizzare i materiali, come la fibra di carbonio, di più ed in vari settori, i prezzi scenderanno e diventeranno più accessibili per le persone”. Al momento, però, ogni pezzo della serie limitata si aggirerà tra gli 820mila e gli 850mila euro.

Quasi un’opera d’arte, insomma, con uno sguardo all’ambiente: sempre Zagato aggiunge che “le tecnologie più all’avanguardia e innovative attualmente a nostra disposizione daranno al motoscafo le proprie caratteristiche distintive e lo renderanno sostenibile”.

Tutta elettrica

Anche in questo aspetto la Persico Zagato 100.2 si fa bandiera di competenze italiane. A sviluppare la batteria che alimenta il sistema di propulsione elettrica DeepSpeed della barca è stata la startup milanese Sealence. Si tratta di una batteria agli ioni di litio con una potenza di 83 kWh, che permette al motore (un jet pod elettrico posizionato fuoribordo) di raggiungere i 205 kW, ovvero 279 cavalli.

La batteria, posizionata a poppa, alimenta un’autonomia di circa 28 miglia nautiche con una ricarica. Esiste anche l’opzione long range che permette una percorrenza di 50 miglia nautiche aumentando la capacità degli accumulatori fino a 166 kWh (pur tenendo conto che l’aggiunta di un altro pacco batteria ridurrà la velocità di crociera).

La batteria della PZ 100.2 gode anche di un’alta densità energetica, che permette di ridurre i volumi e le dimensioni dell’imbarcazione, rendendola carrellabile e adatta al transito in laghi e fiumi dove non è permesso l’utilizzo di barche a motore endotermico.

Il motoscafo raggiunge una velocità massima di oltre 40 nodi, pari a circa 80 km/h, e una di crociera pari a 26 nodi, ovvero a quasi 50 km/h. Questo aspetto è aiutato dalla scelta del classico scafo planante, con una linea d’acqua ulteriormente ottimizzata per un’efficienza ancora maggiore nella riduzione di attrito e nell’aumento di velocità. Il tutto in maniera silenziosa e pulita.  

Ci si prepara alla costruzione nel cantiere navale bergamasco di Persico Marine, con i primi scafi attesi per le fine del 2023.

Related Posts