Roma, 14/04/2024
Roma, 14/04/2024

L’Europa potenzia 10 tratte transfrontaliere su ferro (anche in Italia)

11

Parte dei progetti legati al Green Deal, la decisione della Commissione europea di finanziare i viaggi in treno tra diversi Stati può contribuire agli obiettivi di decarbonizzazione

“Mentre la domanda di mobilità verde è in crescita, abbiamo bisogno che il mercato ferroviario risponda meglio”: è così che Adina Vălean, Commissario europeo per i Trasporti, annuncia l’arrivo di un progetto che rafforzerà le tratte interstatali all’interno del nostro continente. Un dato che si inserisce all’interno delle politiche del Green Deal, e dunque nell’ottica di un’Europa sempre più verde.

Il Piano d’azione a cui risponde questa proposta

In realtà, questa politica della Commissione europea fa parte di un piano più ampio. Già nel 2021 è stato firmato infatti un Piano d’azione per il potenziamento del trasporto su rotaia di passeggeri a lunga distanza e frontaliero. L’idea era quella di raddoppiare il traffico ferroviario entro il 2030 e triplicarlo entro il 2050.

Già allora Vălean era tra i promotori dell’impresa. In particolare, ha tenuto a ricordare che il treno è uno dei mezzi di trasporto più sostenibili, e che “le tratte transfrontaliere corrispondono al 7% dei chilometri viaggiati via treno. Un dato che può solo crescere con l’aumentare dell’offerta e il superamento di alcune barriere.

Nel corso degli ultimi due anni l’UE ha perciò lavorato per la digitalizzazione dell’acquisto di biglietti, il superamento della burocrazia, l’acquisto di nuove vetture e la formazione degli operatori ferroviari.

Quali saranno le tratte migliorate in Italia e nel resto dell’Ue

Tra i 10 progetti pilota, alcuni saranno attivati a partire dall’estate, così da assicurare collegamenti ferroviari più veloci ed efficienti nel minor tempo possibile. L’Italia è protagonista in particolare della sezione dedicata ai Midnight trains, letteralmente i “treni di mezzanotte”, che collegheranno in notturna Parigi, Milano e Venezia.

Fonte: Commissione europea

Ma non solo: sarà infatti realizzata la tratta Roma-Monaco e Milano-Monaco. Per quest’ultima si pensa persino a un’estensione fino a Berlino a opera delle Ferrovie dello Stato Italiane e Deutsche Bahn. Già negli ultimi mesi, Trenitalia aveva annunciato di voler realizzare una tratta Madrid-Parigi.

Gli altri percorsi previsti saranno: il collegamento tra Ungheria, Austria e Romania, quello tra Germania, Danimarca e Svezia (con la collaborazione di SJ, Snälltaget, České dráhy e Flixtrain), il Flixtrain tra Monaco e Zurigo, il WESTbahn tra Monaco, Vienna e Budapest, il Nederlandse Spoorwegen tra Amsterdam e Londra, l’European Sleeper tra Amsterdam e Barcelona, gli ILSA Lisbona-A Coruña e Lisbona-Madrid e i Ferrocarrils de la Generalitat de Catalunya tra Catalogna e sud della Francia.

Related Posts