Roma, 17/06/2024
Roma, 17/06/2024

Askoll XKP, lo scooter elettrico fatto in Italia che va anche in retromarcia

11

L’italiana Askoll lancia sul mercato lo scooter elettrico XKP, disponibile in due modelli con diverse prestazioni e studiato per un pubblico di Millenials, e per chi cerca la praticità negli spostamenti urbani

Il mercato degli scooter elettrici accoglie un nuovo modello, tutto italiano. A proporlo la vicentina Askoll, fondata nel 1978 con l’obiettivo di sviluppare motori elettrici con la tecnologia sincrona e produttrice tra le altre cose di veicoli a batteria e componentistica. E i cui scooter a zero emissioni sono stati pure utilizzati dai tecnici Ferrari nel paddock dell’ultima 24 Ore di Le Mans. Una storia che oggi ha condotto alla nascita dell’XKP, abbreviazione gergale di escape in uso tra i più giovani.

Askoll XKP, le caratteristiche dello scooter elettrico in due versioni

Proprio alle nuove generazioni, più sensibili anche alle questioni ambientali, si rivolge l’azienda con uno scooter proposto in due modelli, l’XKP L1 e l’XKP L3. Entrambi derivano dall’eS, del quale rappresentano l’evoluzione. Il primo è praticamente un 50cc, con una velocità massima di 45 km/h, coppia da 158 Nm e autonomia che arriva all’incirca a 87 km. L’XKP L3 può toccare invece i 66 km/h, coppia di 130 Nm e autonomia di 90 km. Tutti e due i modelli sono dotati di un motore elettrico da 2.7 kW, paragonabili a 3,7 cv, mentre le due batterie estraibili hanno una capacità di 1,4 kWh. La ricarica completa dovrebbe attestarsi sulle sei ore.

L’integrazione con l’app dedicata e la funzione di retromarcia

Trait d’union degli Askoll XKP è la praticità, con un design che punta all’essenziale per uno scooter che possa consentire di muoversi nell’ambiente urbano senza difficoltà. A proposito dell’aspetto dell’XKP, rispetto all’eS è stato rivisto il parafango, inserito un faro tondo a LED e un nuovo gruppo ottico nel posteriore. Tra le altre caratteristiche, una sella bassa per garantire una migliore sicurezza (76 cm da terra) ed un display 5 pollici a colori sul cruscotto. Ancora, spicca l’integrazione con una app con cui il proprietario può controllare la posizione da remoto e bloccarlo eventualmente in caso di furto.

Sempre a proposito della sicurezza, lo scooter XKP è dotato di cruise control, sistema di freni a disco (190 mm per il modello L1 all’anteriore, che diventano 230 mm per la versione L3, e 190 mm al posteriore) e persino la possibilità di effettuare la retromarcia e di condurre agilmente lo scooter a mano, una volta scesi dal mezzo, tramite la modalità walk mode.

Il prezzo degli scooter Askoll XKP

L’Askoll XKP L1 verrà proposto da giugno sul mercato ad un prezzo di 5.090 euro, mentre la versione L3 costerà 5.290 euro. Per entrambi è disponibile la garanzia di 6 anni sia per lo scooter che per la batteria. Due le colorazioni disponibili, ovvero antracite e night gray.

Immagine di Copertina: Askoll

Related Posts