Roma, 30/05/2024
Roma, 30/05/2024

Mole Urbana, la minicar torinese arriva sul mercato

11mole urbana

Umberto Palermo ha progettato una minicar elettrica e intelligente che da questo 16 giugno può essere prenotata in due modelli a edizione limitata

Già il nome ricorda la passione di Torino per le auto, il suo essere una città all’avanguardia nell’ingegneria meccanica e con una passione infinita per i motori. Mole Urbana, d’altronde, vuole proprio rispecchiare questa parte del capoluogo piemontese, quella che tanti anni fa ha portato alla nascita dell’azienda automobilistica più importante per gli italiani, le cui macchine sono ancora oggi una parte fondamentale del nostro tessuto urbano. Ma Torino non è solo auto tradizionali. Umberto Palermo, il designer che ha pensato questo mezzo, lo dimostra rendendolo una minicar. Perché la micro-mobilità è il futuro sostenibile che stiamo aspettando.

Una “carrozza elettrica” che si adatta a tutti

Dopo Microlino, la minicar erede della storica Isetta, arriva dunque un altro veicolo dal cuore un po’ vintage. Proprio come il Blue Trolley Bus presentato negli ultimi giorni, Mole Urbana è prodotta nel torinese, a Orbassano (TO), nello stabilimento ex Blutec. La versione minicar tradizionale ha due varianti, la “Small” e la “Sport GT”, per soddisfare i desideri un po’ di tutti. L’obiettivo del designer è quello di introdursi appieno nel settore delle minicar per la last mile mobility sostenibile, fornendo un quadriciclo di tutto rispetto per i pendolari. Ma ha anche tante idee per il trasporto di cose, e già in passato aveva presentato delle proposte di Mole cargo.

L’aspetto un po’ retrò che la fa somigliare quasi a una carrozza non deve però illudere. Mole Urbana ha un motore elettrico con un’autonomia da 100 km più che sufficiente per gli spostamenti quotidiani in città. A seconda della configurazione, si può avere anche una versione per quattro persone, così da non rinunciare (come spesso accade per queste piccole auto) alla comodità di spostarsi in famiglia o con gli amici.

Dal punto di vista ecologico, in piena risposta alla francese Citroen Ami, tutti i materiali sono sostenibili (legno lamellare, presente soprattutto negli interni, e alluminio) oppure riciclati. Per ridurre al minimo le spese anche energetiche, la produzione è stata studiata così da abbattere anche i costi.

“Mole Urbana intende soddisfare utenze diverse con esigenze specifiche – ha spiegato Palermo – Ho disegnato i vari modelli, in tutto sono undici, in risposta ai nuovi paradigmi estetici e alla nuova presa di coscienza delle effettive esigenze della mobilità. I processi produttivi richiedono meno utilizzo di energia elettrica e permettono di produrre Mole Urbana con solo 300 Kilowattora”.

Esempio di allestimento interno della Mole Urbana

Per gli amanti del design, la Mole Urbana Sport GT

La versione sport trasforma la minicar in un vero e proprio prodotto per appassionati di motori. Ricorda un po’ la Smart. La volontà di Umberto Palermo è quella di renderla più aerodinamica, così da raggiungere performance ancora migliori. “La Small – ha spiegato in un’intervista – aveva un’ergonomia adatta all’utilizzo panoramico con seduta alta e visibilità ampia, mentre la versione Sport Gt ha un’impostazione più sportiva e corsaiola”. Su questa versione, inoltre, è presente un roll-bar che somiglia a una struttura protettiva da rally, che va ulteriormente a ricordare al conducente di trovarsi su un’auto sportiva.

mole urbana sport
L’edizione limitata della Mole Urbana Sport GT nel rendering più recente di Umberto Palermo

La presentazione e la commercializzazione

Dopo tanto lavoro di invenzione e i diversi prototipi disegnati dal progettista, finalmente Mole Urbana arriverà al Milano-Monza Open Air Motorshow del prossimo 16 giugno, nel corso del quale le sarà dedicato un intero evento. Oggi sappiamo già che potranno essere prenotati due modelli in edizione limitata, la Sport Gt e la Running.

Le prime minicar usciranno dallo stabilimento tra giugno e luglio. Il prezzo di listino potrebbe essere tra i 14mila e i 18mila euro.

mole urbana running
L’edizione limitata della Mole Urbana Running nel rendering più recente di Umberto Palermo

(Immagini nell’articolo e di copertina di Umberto Palermo Design)

Related Posts