Roma, 14/04/2024
Roma, 14/04/2024

Auto volanti e eVTOL, dalla Cina il prototipo che combina entrambi

La cinese GAC ha presentato un prototipo che segna un nuovo progresso per le auto volanti e gli eVTOL: un veicolo, chiamato GOVE, costituito da un telaio mobile autonomo a quattro ruote per circolare in strada e una capsula di pilotaggio che si libera in volo

Le aziende impegnate nella mobilità alternativa del domani continuano a sbizzarrirsi con i progetti. Start-up immaginifiche, a volte ben sovvenzionate altre costrette a fare i conti con la dura realtà, lavorano per pensare, trasferire su carta, rendere prototipo e, si spera un giorno, piazzare sul mercato le loro creazioni.

Spicca in particolare il mondo degli eVTOL, frontiera dei trasporti sostenibili ed innovativi. Velivoli a decollo ed atterraggio verticale studiati per tratti brevi, soprattutto quelli urbani ed interurbani, progettati per pochi passeggeri e con funzioni di taxi, sostanzialmente.

Il prototipo di GAC che segna un altro passo avanti nel mondo delle auto volanti e eVTOL

Dalle sempre arrembante Cina arriva quindi un nuovo prototipo, per ora su carta, ideato dalla Guangzhou Automobile Group (GAC). Si tratta di una delle realtà costruttrici nel vivace settore automotive elettrico che stanno fiorendo negli ultimi decenni nel Paese asiatico, sino ad imprimere il fiato sul collo delle realtà automobilistiche europee e non solo. Ebbene, la GAC in questi giorni ha tirato fuori dal cilindro un eVTOL che in realtà è un curioso ibrido con una autovettura (tutto elettrico, ovviamente).

Come funziona il GOVE

Il veicolo, chiamato GOVE (GAC On-The-Go Vertical EV), è costituito infatti da una piattaforma che è a tutti gli effetti un veicolo a quattro ruote, sormontato da una capsula con cinque bracci retrattili con inserite delle eliche. Queste entrano in funzione per il decollo della cabina di pilotaggio ed il volo, lasciando la piattaforma mobile, dotata di tecnologia autonoma tramite ADiGO Pilot. L’eVTOL utilizza un sistema di controllo di volo 3DoF, quindi a tripla ridondanza, ed attracco ad alta precisione. La cabina è realizzata al 90% da materiali compositi leggeri. Inoltre il mezzo utilizza un sistema di telecamere ad altissima definizione per identificare in maniera rapida ogni ostacolo, anche a lunga distanza.

Un prototipo che ricorda, almeno in termini di funzionalità, la Model A di Alef Aeronautics, anche se a differenza di GOVE quest’ultima è un progetto più avanzato, con gli ordini già aperti e il certificato di aeronavigabilità ottenuto dalla Federal Aviation Administration.

Per ora da GAC non sono stati diramati i dettagli tecnici, ma secondo le stime del suo Research Institute un tragitto con un’auto volante del genere di circa 90 km verrebbe coperto in 30 minuti anziché due ore. Per ora, ripetiamo, il GOVE resta un prototipo, che a quanto pare però ha già svolto un primo volo di prova, anche se non totalmente in autonomia.

Immagine di Copertina: GAC

Related Posts