Roma, 14/04/2024
Roma, 14/04/2024

La start up Aska prova a rendere reale (ma non esattamente accessibile) l’auto volante

11

Al CES 2023 di Las Vegas la start-up ha presentato l’A5, velivolo che mira a trasformare in realtà il progetto avveniristico delle auto volanti. Ecco i dettagli

Tra le innovazioni del CES 2023 che si è concluso ieri non sono mancati anche i velivoli, con gli ultimi sviluppi del settore della mobilità aerea avanzata (AAM).

Aska presente l’auto volante A5

In questo caso però, in linea anche con le meraviglie avveniristiche che vengono presentate ogni anno in questa importante fiera a Las Vegas, dovremmo parlare di “auto volante”, concetto inseguito da anni ma ad oggi rimasto un proposito fantascientifico. La start-up Aska prova a coprire questa falla con l’A5, velivolo ibrido (un piccolo motore termico a benzina alimentato dalle batterie elettriche) a quattro posti.

A prima vista sembra un piccolo VTOL con doppia ala dotata di una serie di eliche, atto al decollo e all’atterraggio verticale. L’auto volante può essere ricaricata tramite corrente domestica o normali stazioni EV, può volare ad una velocità di circa 240 km/h e con una singola carica l’autonomia prevista è di circa 400 km.

Il prezzo (esagerato) dell’A5

Una bella comodità ed una soluzione pratica per il traffico, oltre che per la sostenibilità ambientale, ma certamente non a buon mercato: il prezzo annunciato è 789.000 dollari, con caparra di 5000 dollari di deposito per entrare nella lista dei preordini. Si attende entro un mese un via libera da parte della Federal Aviation Administration, stando a quanto rivelato da Guy Kaplinsky, amministratore delegato e co-fondatore di Aska con il lancio del servizio ipotizzato per il 2026.

In futuro l’Aska A5 sarà anche autonoma

Il mezzo sarà votato alla condivisione: “La nostra generazione impiegherà tempo per avere queste tecnologie ed abituarcisi, ma per i nostri figli tutto questo sarà normale. Questo è quello che vogliamo. Offrire loro una migliore qualità della vita”, ha spiegato Kaplinsky.

E se i primi modelli necessiteranno di un pilota, da Aska si studia la possibilità che entro il 2030 la guida del piccolo velivolo possa essere totalmente autonoma, con addirittura la possibilità di stabilire un ponte comunicativo tra le auto volanti per evitare collisioni. Prima di ciò, però, la vigilanza sulle rotte e sulla sicurezza sarà delegata ai normali controllori di volo del traffico aereo.

Riportiamo il video della presentazione dell’eVTOL, concepito per muoversi su strada e spiccare il volo:

Immagine di copertina: proprietà ASKA™ (A5)

Related Posts