Roma, 14/04/2024
Roma, 14/04/2024

Aptera e C.P.C. Group uniscono le forze per il nuovo sEV

11

Parte della produzione dell’innovativa Aptera elettrica a energia solare si appoggerà alla realtà modenese di C.P.C. Group. Siglata la partnership di fornitura di materiali di carrozzeria tra la casa produttrice di veicoli elettrici a energia solare (sEV) e l’azienda nel cuore della nostra Motor Valley

L’italiana C.P.C. Group offrirà le sue competenze alla statunitense Aptera Motors nella produzione dell’auto elettrica a tre ruote Aptera, alimentata ad energia solare. La società leader nella lavorazione di materiali compositi ha sede nel cuore della Motor Valley emiliana, che ospita anche Ferrari, Lamborghini e Maserati, con cui l’azienda ha infatti già lavorato. Il suo portfolio di produzione di supercar ospita anche collaborazioni con McLaren, BMW e Lotus.

L’oggetto della partnership: il telaio BINC

In particolare, C.P.C. Group si occuperà di fornire materiali e struttura necessari per il cosiddetto BINC (Body in Carbon), il telaio in fibra di carbonio.

Il corpo si compone di sei pezzi principali, fatti di una combinazione di materiale composito rinforzato con fibra di carbonio CF-SMC (Carbon Fiber Sheet Molding Compound) aggiunto allo standard SMC (Glass Sheet Molding Compound) con fibre di vetro. Il CF-SMC offre maggiore rigidità e resistenza, pur mantenendo il materiale adatto allo stampaggio, riducendo i tempi di produzione.

Gli altri benefici del materiale usato per la produzione del telaio BINC sono la sua leggerezza e la sua capacità di riciclo fino a cinque volte. Un telaio leggero permette di compensare il peso di batterie e celle solari, che permettono maggiore autonomia al veicolo. Al momento, l’azienda parla di un’autonomia fino a di 1600 chilometri con una ricarica elettrica (e solo per alcune versioni del sEV), e di circa 60 chilometri al giorno grazie al solo uso di pannelli solari integrati.

Il piano di produzione: cosa si sa oggi

Secondo Franco Iorio, amministratore delegato di C.P.C. Group, “Aptera rappresenta un cambio di passo rispetto al passato. Vogliamo far parte di questo futuro, ecco perché abbiamo deciso di accogliere la proposta di Aptera. Costruiremo i telai dei loro veicoli solari al centro della Motor Valley, e ciò permetterà ad Aptera di aumentare la propria produzione nell’immediato, in modo da poter rispondere alla domanda per il suo primo veicolo”.

Quanto alla domanda di mercato, Aptera ad oggi ha raggiunto i 37 000 ordini, le cui vetture saranno consegnate già nel 2023, con l’obiettivo di produrre 40 veicoli al giorno nel nuovo impianto Aptera Motors di Carlsbad, in California. Rimaniamo in attesa di conoscere le specifiche e i dettagli sul prezzo finale del veicolo, non ancora finalizzate.

Aptera non è solo una gradevole espressione di design, ma è anche mobilità veloce. Di seguito il video dell’ultimo prototipo Aptera che è riuscito a battere in accelerazione una Tesla Model 3 e un’Audi R8.

Related Posts