Roma, 22/05/2024
Roma, 22/05/2024

QuantumScape invia alle case automobilistiche i prototipi della sua batteria a stato solido: i vantaggi rispetto a quelle al litio

11

L’azienda leader nel settore QuantumScape rilascia i primi prototipi di batterie a stato solido per i test delle case automobilistiche. Le potenzialità e i vantaggi che superano quelle agli ioni di litio

QuantumScape fa sul serio con le proprie batterie a stato solido, e ha annunciato di recente l’invio del primo lotto di accumulatori ai costruttori automobilistici per i primi test.

È un passo importante nel progresso tecnologico delle batterie: come abbiamo già accennato su queste pagine, la tipologia a stato solido rappresenta un miglioramento rispetto alle attuali agli ioni di litio, e proprio un’azienda leader del settore come QuantumScape, nata negli Stati Uniti nel 2010 e su cui hanno anche investito il Gruppo Volkswagen e Bill Gates, sta puntando molto su questa innovazione che promette prestazioni avanzate così come una miglior sicurezza.

I vantaggi delle batterie a stato solido

Le batterie a stato solido consentono infatti una maggior efficienza in termini di capacità e ricarica, oltre a minimizzare rischi di surriscaldamento e di incendio: le versioni agli ioni di litio, infatti, a furia di cicli di ricarica usurano la capacità complessiva della batteria, ma le controparti a stato solido invece risolvono questo problema garantendo una migliore capacità ed affidabilità.

Le batterie a stato solido potrebbero dare un impulso decisivo al mercato dei veicoli elettrici, visto che i consumatori gioverebbero di migliori prestazioni di autonomia e ricarica unita ad una maggiore sicurezza ed affidabilità (parliamo di una durata nel tempo tre volte superiore a quelle a ioni di litio), senza dimenticare inoltre un contenimento dei costi. Le celle sono inoltre più compatte e, non avendo l’elettrolita allo stato liquido bensì solido, generano minor calore (solo il 20-30%) e stanno perciò calamitando l’attenzione di grandi costruttori come Toyota, che ha fissato l’obiettivo di lanciare veicoli ibridi alimentati con batterie a stato solido nel 2025.

L’ultima innovazione: il prototipo A0 a 24 strati

QuantumScape ha ulteriormente affinato la propria gamma in questo 2022 con un prototipo chiamato A0 di nuova generazione, quello inviato alle case automobilistiche per i test, caratterizzato da celle a 24 strati, con la possibilità di consentire un’autonomia di vari Ah, anche se non sono state finora annunciate ulteriori specifiche tecniche (al di là del segreto industriale, l’autonomia dipende anche dal modello del veicolo).

Comunque, dai test effettuati, con le celle in versione 10 strati è risultata un’efficienza molto buona, con l’80% della capacità mantenuta dopo 800 cicli di ricarica, pari quindi ad una copertura di circa 380.000 km: stando a questi dati, immaginiamo cosa possa avvenire con le batterie in versione 24 strati.

Da QuantumScape tuttavia tengono i piedi ben ancorati per terra. Jagdeep Singh, amministratore delegato e co-fondatore dell’azienda, ha infatti spiegato: “Sebbene questo nuovo traguardo ci avvicini al nostro obiettivo finale, c’è ancora molto da fare prima che questa tecnologia diventi un prodotto commerciale e ora rivolgiamo la nostra attenzione a questa importante svolta da attuare”. In futuro si implementeranno ulteriori miglioramenti per i successivi prototipi A, B e C che vedremo nei prossimi anni.

Related Posts