Roma, 02/12/2023
Roma, 02/12/2023

Ecco il Pelican Cargo, il più grande aereo cargo al mondo elettrico ed autonomo

11

Un’azienda californiana chiamata Pyka sta ultimando i test per il Pelican Cargo, il più grande aereo da carico a zero emissioni ed autonomo. Come si è arrivati a questo traguardo

Pyka, una start-up californiana partita nel 2017 dal più classico garage sino a portare nei cieli i primi voli autonomi diventando leader nel settore dei velivoli senza pilota elettrici, ha fatto un ulteriore passo avanti presentando questa settimana un aereo cargo a zero emissioni, che per la società presenta una portata di carico utile ed una autonomia “senza precedenti”.

La cronistoria del Pelican: dall’aereo irroratore al cargo

L’aereo è frutto di una serie di sviluppi partiti dall’Egret, prima creatura di Pyka nata dalla raccolta di 3 milioni di dollari di fondi grazie al contributo nel 2018 di Y Combinator, acceleratore di start-up statunitense: all’inizio la società ha preferito concentrarsi su aerei irroratori per colture anziché i cargo, visti i minori aggravamenti sul fronte dei permessi e della burocrazia. L’anno successivo l’Egret ha poi ottenuto la certificazione dall’ente di aviazione civile della Nuova Zelanda per operazioni commerciali, diventando così il primo aereo elettrico a scopo commerciale: nel frattempo la compagnia ha raccolto altri 8 milioni di dollari in fondi, lanciando quindi il successivo passo in termini di aerei irroratori, ovvero il Pelican, studiato per le piantagioni di banana in Costa Rica.

Ed arriviamo quindi allo scalino successivo dell’evoluzione nella ricerca e sviluppo di Pyka e di cui abbiamo accennato qualcosa all’inizio, ovvero il Pelican Cargo, che rappresenta il più grande velivolo di questa tipologia senza l’ausilio del pilota e ad emissioni zero.

Le caratteristiche del Pelican Cargo

L’aereo è dotato di quattro motori elettrici da 100 kW ed è alimentato da una batteria agli ioni di litio da 50 kWh. L’autonomia (con una riserva per 20 minuti) è di 200 miglia, ovvero 320 km, con ricarica completa stimata in un’ora, mentre il carico utile arriva a 181 kg per 20 metri di spazio di carico. Infine il Pelican Cargo implementa la possibilità di effettuare voli in notturna grazie alla navigazione basata sul GPS e sul laser/radar.

Michael Norcia, amministratore delegato della società, ha spiegato i vantaggi del loro nuovo mezzo: “Pelican Cargo avrà un impatto positivo significativo sulla vita delle persone. Abbiamo progettato questo aereo per eliminare le emissioni di CO2 dalla catena logistica, offrendo al tempo stesso un vantaggio significativo in termini di velocità rispetto al trasporto via terra e costi operativi a una frazione del trasporto aereo convenzionale”.

Dalla società annunciano oltre 80 pre-ordini, mentre il Cargo è attualmente impegnato nelle sessioni dei test nel nord della California. Si stima che il primo volo commerciale possa avvenire nella seconda metà del 2023. Intanto, dai clienti arrivano le prime annotazioni positive, come quella riportata su Electrek.co da parte di Alex Brown di Skysports Drone Services: “Accogliere il velivolo Pelican Cargo nella nostra flotta ci consentirà di proseguire nella nostra missione di risolvere complesse sfide logistiche e operative con servizi di droni su misura. Qualcosa sappiamo dei droni e, ai nostri occhi, il Pelican Cargo è il prodotto più avanzato nella sua classe di carico utile sul mercato”.

Related Posts