Roma, 25/06/2024
Roma, 25/06/2024

International Design Awards: vince l’italiana Sealence con il DeepSpeed, hydro jet elettrico

11

Un premio prestigioso per l’italiana Sealence SpA, che grazie all’hydro jet fuoribordo elettrico DeepSpeed, alternativo all’elica, ha sbancato agli International Design Awards di Los Angeles

Una start-up lombarda, la Sealence, ha conquistato un importante riconoscimento alla 16esima edizione degli International Design Awards di Los Angeles, dove il suo jet DeepSpeed ha portato a casa il premio Gold nelle categoria Transportation, sia per gli Alternative Fuel Vehicles che per Nautical/Boats.

Cos’è il DeepSpeed e chi lo ha creato

Il DeepSpeed è un propulsore hydro-jet fuoribordo elettrico per barche (pensato per i natanti da diporto dai 12 ai 24 metri) alternativo all’elica, sviluppato da questa realtà milanese composta da un trust di professionisti (da ricercatori universitari ad ingegneri, passando per un gruppo di designer ed anche un pilota di Formula 1 Motonautica). Il gruppo ha lavorato a questo progetto per un decennio, come ha ricordato quattro anni fa il fondatore di Sealence (solo più avanti fu battezzata con questo nome) William Gobbo a VaiElettrico.it: “Tesla ancora non c’era nel 2007 quando siamo partiti con la prima idea. Un’intuizione per ottenere un sistema di propulsione più efficiente ed efficace. In altri termini ridurre i consumi e gli sprechi per aumentare autonomia e velocità”.

Dall’azienda avevano poi spiegato: “Secondo le simulazioni e le prove i nostri jet (motore e propulsore insieme) sono più efficienti già a basse velocità. Lo scarto poi cresce perché le eliche riducono le loro prestazioni all’aumentare della velocità. Sopra i 30-35 nodi, l’efficienza rispetto ai sistemi ad elica diventa imbarazzante [sic!]. Il nostro è un propulsore a reazione, funziona secondo lo stesso principio dei motori degli aerei dove le eliche si sono abbandonate da tempo”.

Il propulsore DeepSpeed arriva ad una velocità di 52 nodi in 6 secondi (DeepSpeed)

Da start-up a società per azioni

Per mandare in porto (è il caso di dirlo) il progetto Sealence, anche menzionato nel Rapporto delle 100 eMobility Stories della Fondazione Symbola, in questi anni ha messo in piedi anche una iniziativa di raccolta fondi popolare sul portale CrowdFundMe, per rispondere al piano iniziale che prevedeva oltre 4,5 milioni di investimenti per mettere a punto il DeepSpeed. Dopo aver raccolto in principio 520 mila euro rispetto ai 450 mila iniziali (restituendo i 70 mila in eccedenza), la start-up è in seguito riuscita a diventare una Società per Azioni, arrivando ad un patrimonio di 13,5 milioni ed un valore di mercato annunciato di 33,5: questo grazie anche alla raccolta dei capitali da parte di investitori ed il conseguimento del brevetto del DeepSpeed in Australia.

Nel frattempo, sono arrivati anche degli innesti importanti a livello di organigramma, con l’ingresso tra gli altri dell’ex direttore tecnico di MV Agusta, Marco Cassinelli, che è andato ad occupare il medesimo ruolo in Sealence, portando il bagaglio di esperienze e conoscenze maturato anche in Audi, Lamborghini, Maserati ed Alfa Romeo. Inoltre c’è stata pure l’acquisizione di eDriveLab, start-up parmense specializzata in batterie nautiche, e la certificazione di eccellenza dell’allora Horizon 2020, programma di finanziamento europeo per l’innovazione.

Ed arriviamo quindi ad oggi, con il riconoscimento ricevuto a Los Angeles. Da Sealence hanno commentato: “Abbiamo ricevuto il premio gold per le categorie Transportation–Alternative Fuel Vehicles e Transportation-Nautical/Boats. Siamo orgogliosi di questi prestigiosi riconoscimenti che, ancora una volta, mostrano il design italiano come un riferimento di eccellenza a livello internazionale. DeepSpeed si è distinta, per le sue categorie, tra candidati provenienti da circa 80 nazioni, aventi tutti un notevole livello di standard qualitativo. Ringraziamo IDA, a nome di tutta la Sealence Spa, per i prestigiosi premi conferiti e ci complimentiamo con il nostro team”.

Related Posts