Roma, 20/07/2024
Roma, 20/07/2024

Logistica ad impatto zero: General Motors, Ford e la corsa ai furgoni per le consegne elettrici

11

Ford e General Motors annunciano accordi per fornire furgoni commerciali elettrici a colossi della consegna come DHL: si va sempre più verso la logistica sostenibile ed a zero emissioni

La mobilità elettrica è onnicomprensiva, e non può certo dimenticare anche il settore dei furgoni per le consegne.

La logistica ad impatto zero, frontiera in ascesa dell’elettrico

Il mondo della logistica rappresenta una delle frontiere di conquista del mondo delle zero emissioni, con importanti attori in campo che se le stanno dando di santa ragione per il predominio di questa quota di mercato. Qui si inserisce la rivalità tra Ford e General Motors sui veicoli commerciali da convertire all’elettrico.

I furgoni in passato hanno conosciuto non poche difficoltà nell’approdare nel mondo del plug-in, per via dei costi o per problemi infrastrutturali. Aspetti critici che si stanno sempre più superando, tanto è vero che secondo gli esperti questo settore potrebbe elettrificarsi persino più velocemente rispetto a quello delle autovetture, con stime che superano i 370 miliardi di fatturato su base annua entro il 2030.

BrightDrop (General Motors) e l’accordo con DHL per il furgone Zevo

Intanto General Motors, tramite la sua sussidiaria commerciale per i veicoli elettrici lanciata nel 2021, BrightDrop, ha di recente annunciato la produzione dei furgoni a zero emissioni per le consegne nel suo stabilimento canadese di Ingersoll, in Ontario (riconvertito in sette mesi: prima veniva assemblata la Chevy Equinox dotata di motore termico), nominando DHL Express Canada come primo cliente internazionale.

Il 5 dicembre sono usciti i primi veicoli per consegne elettrici. Si prevede una produzione di 50 000 furgoni elettrici Zevo (questo il nome del modello) su base annua entro il 2025. BrightDrop, ricordiamo, vanta come altri clienti negli USA Walmart e Verizon, oltre ad aver consegnato 150 camion elettrici a FedEx.

La risposta di Ford con l’E-Transit

Ford Pro, che si occupa di consegne dell’ultimo miglio (mentre la rivale copre anche il primo), risponde con l’annuncio di un ordine di 2000 furgoni E-Transit effettuato da DHL, sempre questa settimana e per il territorio europeo, oltre ad aver messo nero su bianco un accordo per soluzioni riguardo la gestione della flotta dei veicoli plug-in (come l’accesso al software E-Telematics o le soluzioni di ricarica).

Hans Schep, General Manager di Ford Pro Europa, ha commentato: “Questo accordo rappresenta un passo importante che riguarda la gestione di milioni di consegne effettuate con veicoli elettrificati in tutto il mondo. E-Transit è il veicolo commerciale elettrico più venduto in Nord America e da giugno è anche il best-seller nel suo segmento in Europa. Il furgone da 2 tonnellate 100% elettrico sta già compiendo grandi passi”.

Aggiungiamo che si stanno muovendo Rivian, che ha stretto accordi con Amazon e Canoo, anch’egli con Walmart. Il tutto mentre i distributori come FedEx, DHL (prossima ad investire 7 miliardi di euro nel decennio a venire per una conversione ad impatto zero della propria logistica) e UPS (a sua volta in partnership con la start-up Arrival) dovranno siglare più contratti di fornitura vista l’ampiezza delle loro flotte.

Related Posts