Roma, 18/06/2024
Roma, 18/06/2024

Infotainment per auto, come sfruttarlo al meglio e i sistemi più apprezzati

11

I consigli per migliorare l’esperienza dall’infotainment per le auto e come ricavare il massimo da questi sistemi. Inoltre un sondaggio di Consumer Reports svela qual è il software più apprezzato

I progressi tecnologici nel mondo della mobilità coinvolgono anche la stessa esperienza di guida, non legata però in questo caso alle esigenze di trasporto, bensì all’aspetto dell’infotainment. Non più un lusso o un capriccio, ma un sistema presente nelle auto in commercio e che sarà sempre più importante nella transizione elettrica.

I problemi con i sistemi di infotainment per auto segnalati dagli utenti

Tuttavia, come riporta Consumer Reports citando un sondaggio del 2022 svolto dalla testata, solo la metà circa di chi possiede un’auto prodotta dal 2020 in poi si è detto “molto soddisfatto” della tecnologia di infotainment in dotazione. Secondo CR, buona parte delle lamentele riguardano schermi bloccati (problema informatico tra i più frustranti, e non il massimo quando sei alla guida), menu complicati e un touchscreen più snervante che efficace. Questo perché le funzioni un tempo svolte da un pulsante da premere sic et simpliciter o da una manopola da girare ora sono soppiantate da menu a scomparsa, schermate varie e altri arzigogoli.

I consigli per gestire al meglio il sistema di infotainment

Ovviamente non bisogna buttare via il bambino con l’acqua sporca. Ed ecco quindi che Consumer Reports fornisce una serie di suggerimenti per evitare di perdere nervi e soprattutto concentrazione alla guida. Il consiglio più classico, al di là dello spegnimento e riavvio in caso di malfunzionamento (che spesso risolve parecchi problemi), è quello di aggiornare il sistema. Volvo e Polestar di recente hanno accolto l’aggiornamento over the air di Apple CarPlay, con un nuovo software caratterizzato da diverse migliorie. Oltre alla grafica rinnovata, il sistema operativo consente la visualizzazione delle mappe Apple direttamente sul cockpit virtuale presente davanti a chi guida. E non manca anche un algoritmo di calcolo (chiamato Range Assist) che analizza in maniera più precisa ed affidabile i consumi della batteria.

Gli aggiornamenti inoltre risolvono i bug, come avvenuto con il sistema presente sui modelli BMW compatibili, che con la nuova versione del software hanno ridotto i problemi di blocco dello schermo.

Consumer Reports suggerisce inoltre di settare le funzioni di accesso rapido tramite pulsanti personalizzabili (presente nei software dei modelli Hyundai, General Motors e KIA). Inoltre per i casi più estremi consiglia l’hard reset e di rivolgersi all’assistenza presso la propria concessionaria o al supporto online.

Come capire se il sistema di infotainment è di buon livello

Per distinguere invece un sistema di infotainment di ottima qualità da uno che invece non lo è, un utente deve stare attento ai dettagli. Un pulsante scorciatoia che richiama un menu con funzioni più frequenti, ad esempio, tasti fisici per agevolare il guidatore, o controlli per il climatizzatore accessibili a parte, sino a contemplare un poggiapolsi. Tutti aspetti che possono sembrare minimi, ma in realtà importanti per il comfort della guida.

Il sondaggio sui sistemi più apprezzati

Stando al sondaggio di Consumer Report, l’infotainment di Hyundai è il più apprezzato dagli utenti, con il 64% di loro che si è detto al riguardo molto soddisfatto del sistema. All’opposto, quello che ha raccolto meno consensi (il 28%) riguarda la tecnologia messa in campo sui suoi modelli da Acura.

Bisogna chiarire il fatto che diversi costruttori si affidano a sistemi di infotainment proprietari, mentre Apple, Amazon, Android e Google proseguono la loro avanzata anche in questo settore. Molti marchi perciò garantiscono piena compatibilità con i sistemi Android Auto ed Apple CarPlay tramite smartphone.

Sempre rimanendo al sondaggio svolto da Consumer Reports, il 57% degli intervistati ha dichiarato il proprio apprezzamento per CarPlay. A breve distanza, con il 50% degli utenti che si è detto “molto soddisfatto”, troviamo i sistemi proprietari delle auto, mentre Android Auto riceve il 44% dei consensi.

Related Posts