Roma, 18/06/2024
Roma, 18/06/2024

Trapelano i primi dettagli della Apple Car, ecco data d’uscita e prezzo

11

Svelati i primi dettagli della Apple Car, prima vettura prodotta dall’azienda di Cupertino: l’elettrica non sarà totalmente autonoma, ma il prezzo subirà un ribassamento rispetto alle prime stime

La tanto attesa Apple Car non è solo un progetto sulla carta, ma una realtà che potrebbe concretizzarsi tra alcuni anni, e con un prezzo che sarebbe pure già noto.

La Apple Car dovrebbe sbarcare sul mercato nel 2026

Inizialmente prevista per il 2024, la prima vettura creata dalla multinazionale di Cupertino dovrebbe sbarcare sul mercato due anni più tardi: sarebbe il traguardo di un’idea che sembrava arenatasi nel 2017, con Apple propensa più a concentrarsi sui software per la guida autonoma rispetto alla produzione di un’auto propria.

Ed invece nel 2020 il progetto, denominato Titan, ripartì (sempre che si sia fermato realmente), ma senza il contributo di cui si vagheggiava in altre realtà dell’automotive come Hyundai e KIA.

Niente guida totalmente autonoma per l’Apple Car

È stato Bloomberg a fornire l’indiscrezione della creazione dell’Apple Car in tempo per essere presentata sul mercato nel 2026. Ma a differenza dei piani iniziali, non sarà dotata dell’ambiziosa guida autonoma (addirittura si parlava dell’assenza del volante e dei pedali), in modo da ottimizzare i tempi e non ritardare troppo il lancio della vettura.

Un ridimensionamento che è stato spiegato così da una fonte anonima riportata da Bloomberg: “Nell’ottica di un cambiamento significativo del progetto, l’azienda sta ora pianificando un design meno ambizioso che includerà un volante e pedali e supporterà solo le piene capacità autonome sulle autostrade”.

Al momento siamo però nella fase di pre-prototipo, trapela, con il completamento del design previsto per il 2023 e i dettagli tecnici affinati per il 2024. Seguirà l’anno dopo la fase dei test. Sembra inoltre che Apple non propenda a sviluppare una propria piattaforma per veicoli elettrici, quanto piuttosto a cercare un partner per realizzarla.

Cosa sappiamo dei dettagli tecnici

Dai primi dettagli che si conoscono di questo progetto Titan, la vettura sarà dotata di un chip Apple Silicon ad hoc, che si dice “pari a circa quattro dei chip Mac di fascia alta di Apple messi insieme”.

Il software di bordo, il cui sviluppo è supervisionato dall’ex manager di Tesla, Stuart Bowers, dovrebbe caratterizzarsi con un sistema informatico chiamato Denali, come la vetta più alta del Nord America, sensori personalizzati e una tecnologia che consente un livello di guida autonoma se non totale comunque di livello medio-alto: ad esempio, l’idea è quella di consentire ai guidatori di poter svolgere attività come guardare un film senza condurre la vettura in contesti come l’autostrada, ricevendo una notifica quando bisogna passare al controllo manuale, come quando si entra in città o se il meteo è avverso.

Gli interni, più che di un’auto di serie, saranno più simili a quelli di una limousine, nel senso che i passeggeri saranno posizionati uno di fronte all’altro. Il design della Apple Car vede in testa al progetto Urlich Kranz, ex dirigente di BMW nonché ex amministratore delegato e fondatore della start-up Canoo.

Infine, il prezzo. L’obiettivo di Apple è di fissare per il suo veicolo un costo che sia inferiore ai 100.000 dollari, accantonando quindi le stime precedenti che superavano i 120.000.

Related Posts