Roma, 18/07/2024
Roma, 18/07/2024

Le vendite delle auto elettriche continuano a crescere in Europa. Ma l’Italia continua ad arrancare. I dati

11

Nel report Electric Vehicle Sales Review Q3 2023 della PricewaterhouseCoopers, che analizza vendite e prospettive delle auto elettriche nel terzo trimestre di quest’anno, si sottolinea l’incremento delle BEV sul mercato europeo. Ma l’Italia resta fanalino di coda, dietro anche alla Spagna

Nel già citato report dello scorso ottobre della PricewaterhouseCoopers, dal titolo Electric Vehicle Sales Review Q3 2023, viene sottolineato un dato interessante. Parliamo del ruolo del mercato europeo nel trainare il mercato delle auto elettriche, e gli sviluppi che riguardano anche l’Italia.

Vendite delle auto elettriche: cinque Paesi europei registrano un +43%

Il dato a livello globale, sostiene il report, parla di una tendenza che registrerà nel 2024 una crescita del 35% nella vendita di BEV. Ma restringendo la lente si notano diverse velocità. Una ad esempio è abbastanza sostenuta, e riguarda il dato aggregato di cinque Paesi europei, ovvero Germania, Francia, Regno Unito, Spagna e Italia. In questo caso l’incremento nelle vendite il prossimo anno sale al 43%.

Tuttavia a fare la parte da leone in questi numeri sono le realtà del Nord Europa. Infatti Germania, Regno Unito e Francia presentano una quota di mercato media nelle auto elettriche del 16%, con numeri in potenziale aumento nel corso del 2024 secondo il report di PwC.

Ma l’Italia abbassa la media

La situazione in Spagna e in Italia è invece meno rosea”, sottolinea quindi il documento. In questo caso spuntano anche delle monocifre. Prendiamo ad esempio la Spagna. Considerando il terzo trimestre del 2023 rispetto all’anno precedente, la crescita delle vendite di auto elettriche nel regno iberico è salita del 57%, “ma partendo da una base di partenza bassa”. Infatti in Spagna la quota di mercato delle BEV è del 6%. Mentre in Germania è del 18%, e nel Regno Unito e In Francia si attesta al 16.

Ancora peggio il mercato italiano. Qui la quota di mercato è pari ad un misero 4%. E neppure i dati riguardanti l’incremento delle vendite dei BEV non sono così esaltanti, rispetto agli altri Paesi. “Le vendite delle auto elettriche in Italia – si legge nel report – sono cresciute del 20% nel terzo trimestre del 2023 rispetto al terzo trimestre dell’anno precedente. Mentre il mercato complessivo dei nuovi veicoli è cresciuto del 15%”.

Stabile il mercato delle auto ibride plug-in

Continuiamo insomma ad arrancare mentre il resto d’Europa se non corre, almeno va a passo di marcia. Il documento di PwC analizza anche il settore delle Plug-In Ibride (PHEV), prendendo sempre a riferimento l’attuale terzo trimestre rispetto a quello del 2022. E qui non si registrano cambiamenti di sorta nei cinque Paesi europei. “Sebbene i mercati PHEV nel Regno Unito e in Francia siano cresciuti rispettivamente del 62% e del 49%, la cifra complessiva è stata ridotta da un calo del 42% in Germania”. Un calo dovuto allo stop degli incentivi governativi alla fine del 2022 che in terra tedesca riguardavano le ibride.

Allargando però lo sguardo al resto d’Europa, scopriamo che il maggior incremento nelle vendite di BEV nel terzo trimestre 2023 rispetto a quello precedente ha riguardato i Paesi Bassi (+68%) e la Svezia (+56%).

La Cina rallenta dopo i boom degli anni precedenti

A sorpresa, chi rallenta è la Cina. Pur detenendo una notevole quota di mercato interna nelle auto elettriche superiore al 50%, a causa di una complessa congiuntura economica che sta investendo il Dragone si prevede che l’incremento delle vendite delle BEV nel 2024 possa attestarsi al 34%. Per quanto riguarda il confronto tra trimestri, nel terzo del 2023 la crescita rispetto al 2022 è stata del 16%. Numeri ben lontani dal +172% registrato nel 2021 e dell’85% nel 2022.

Non dimentichiamo poi le tensioni commerciali tra Cina e Europa (e poi anche il resto del mondo, in primis gli USA), che potrebbero condurre a misure protezionistiche che, tra le altre cose, frenerebbero lo sviluppo e la penetrazione di marchi e produttori stranieri nel mercato cinese.

Il Giappone resta fedele per ora alle ibride

Dando infine uno sguardo al resto del mondo, il report annota il fatto che il Giappone detiene una quota di mercato davvero bassa nelle BEV, al di sotto del 2%. A dominare sono invece le ibride, cavallo di battaglia di Toyota sino al recente cambio di passo impresso dal colosso automobilistico: la quota delle PHEV è infatti del 54%. L’incremento delle vendite delle auto elettriche nel terzo trimestre del 2023 è stato comunque del 42%.

Le prospettive degli Stati Uniti

Infine, negli Stati Uniti dove è in vigore l’Inflation Reduction Act per sostenere la transizione economica verde, PwC nel suo report stima una crescita del mercato delle auto elettriche nel 2024 del 27%. Quindi annota: “Sussiste ancora una certa ambiguità riguardo le ripercussioni del credito d’imposta per i nuovi acquisti di veicoli elettrici per il 2024, che esclude le auto con componenti di batterie provenienti da qualsiasi fonte che gli Stati Uniti considerano una ‘realtà straniera da attenzionare’. I singoli produttori e costruttori automobilistici dovranno affrontare le conseguenze commerciali se i loro veicoli saranno ritenuti non idonei”.

Related Posts