Roma, 18/06/2024
Roma, 18/06/2024

Stellantis apre il suo Battery Technology Center, il più grande in Italia: ecco come funzionerà

11

Inaugurato a Mirafiori il Battery Technology Center di Stellantis, un impianto che svilupperà e testerà pacchi batteria per le future auto elettriche del gruppo. I dettagli

Stellantis compie un altro passo verso l’elettrificazione della sua offerta con l’apertura di un Battery Technology Center a Mirafiori. Un progetto da 40 milioni di euro che ha come obiettivo lo sviluppo e il test dei pacchi batteria delle EV della futura gamma del gruppo.

Il Battery Technology Center di Stellantis, il più grande in Italia

Inaugurato di recente, l’impianto rappresenta il più grande in Italia e darà lavoro a oltre 100 tecnici. Il loro compito sarà quello di condurre e supervisionare “stress test climatici, prove di durata del ciclo vita, lo sviluppo e la taratura dei software per i sistemi di gestione delle batterie (BMS) e lo smontaggio di pacchi e celle per l’analisi e il benchmarking”, come recita il comunicato Stellantis.​ Inoltre il Battery Technology Center occuperà una superficie di 8.000 m2 su tre livelli. Per capirci, il più grande stabilimento del genere in Europa, quello di Sandersdorf-Brehna in Germania, si estende sui 12.000 m2.

Cosa c’è dentro il Battery Technology Center di Stellantis

All’interno dell’impianto si trovano 32 camere climatiche, uno spazio chiuso dove è possibile controllare variabili come la temperatura e il tasso di umidità e dove vengono effettuate prove ambientali. Per la precisione, 24 sono camere walk-in adibite per i test dei pacchi di batteria, dove si può regolare l’umidità e la temperatura in un intervallo che va dai -40 ai 60°C, “con una variazione massima di 20 gradi al minuto”. Nelle restanti 8 invece si svolgono le prove sulle celle.

La capacità del Battery Technology Center è di test sino a 47 pacchi batteria in parallelo. Ma arriviamo a 96 per le 8 camere dedicate alle celle, e dove si studieranno nuove composizioni chimiche, oltre al comportamento delle celle. Al momento la potenza gestita dall’impianto raggiunge 1,2 kV e 2,2 MW per cella di prova. Ma sono valori che in futuro potrebbe aumentare visto che il centro è progettato per espandersi.

“Con il Battery Technology Center si ridurranno i tempi di consegna dei veicoli elettrici”

Ned Curic, Chief Engineering and Technology Officer di Stellantis, ha dichiarato: “Ci troviamo davanti a un’opportunità unica di ridefinire la mobilità attraverso l’offerta di soluzioni intelligenti e sostenibili. Il nuovo Battery Technology Center di Mirafiori riunisce in un unico luogo gli strumenti e le persone di talento necessari per sviluppare, testare, validare e realizzare prodotti di alta qualità in grado di soddisfare le esigenze dei nostri clienti con una riduzione dei tempi di consegna di veicoli elettrici di categoria superiore in tutto il mondo”.

Il piano Dare Forward 2030 di Stellantis

Stellantis, alla pari di altre realtà del mondo automobilistico, sta puntando con decisione alla mobilità elettrica. Entro il 2030 si punta a raggiungere la totalità del mix di vendite con veicoli BEV in Europa, e negli Stati Uniti il 50% con auto e veicoli commerciali leggeri, sempre elettrici. Il tutto all’interno del piano Dare Forward 2030, che passerà anche dallo sviluppo degli impianti di batterie.

Nei progetti ci sono sei gigafactory negli Stati Uniti e in Europa con una capacità di batterie da 400 GWh. In particolare, un altro Battery Technology Center sorgerà in Nord America, per la precisione nella zona di Windsor, nell’Ontario canadese. A ciò bisogna aggiungere l’investimento di Stellantis in start-up innovative, come Factorial, finanziando progetti legati a batterie a stato solido.

I piani legati al mondo EV poi proseguono con l’annuncio questa estate della STLA Medium, la prima di quattro nuove piattaforme Stellantis per veicoli elettrici. Piattaforma che garantisce di serie un’autonomia WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles) sino a 500 km, aumentabile a 700 tramite performance pack.

Altro obiettivo ambizioso del Gruppo automobilistico è quello legato alla sostenibilità ambientale. Stellantis infatti è al lavoro per diventare un’azienda che produrrà entro il 2038 e in tutti gli ambiti zero emissioni di anidride carbonica.

Immagine di Copertina: Stellantis

Related Posts