Roma, 25/06/2024
Roma, 25/06/2024

Ferrari sceglie i display Samsung per i suoi prossimi modelli

11

Ferrari ha siglato un protocollo d’intesa con Samsung Display per utilizzare la sua tecnologia OLED (Organic Light-Emitting Diode) per gli schermi touchscreen delle prossime auto della casa automobilistica

La casa di Maranello, con questo accordo, ha scelto per i propri futuri modelli Samsung Display, società del colosso dell’industria elettronica di Seul Samsung, specializzata nella produzione di schermi basati su tecnologia OLED, che sta per Organic Light-Emitting Diode.

Si tratta di una tecnologia che, eliminando la configurazione di retroilluminazione dello schermo, rende il display più leggero e sottile, oltre a ridurne notevolmente la luce blu, promettendo anche un’interfaccia utente molto all’avanguardia, con un’ottima qualità grafica e resa cromatica. Saranno questi pannelli curvi ad essere integrati nelle nuove Ferrari, garantendone una qualità elevata.

I CEO Benedetto Vigna e Joo-Sun Choi (Samsung Display)

L’accordo, firmato nella città di Asan, in Corea del Sud, prevede infatti che la società sudocoreana produca schermi su misura basati su questa tecnologia per “la prossima generazione di Ferrari”, come ha affermato il CEO Benedetto Vigna, che ha aggiunto come la casa automobilistica stia concentrando gli investimenti nell’elettrificazione della produzione, e per questo motivo si rivolge a fornitori esterni per le componenti secondarie o per i software da utilizzare nelle proprie vetture.

La prima Ferrari Full Electric è infatti attesa nel 2025 e l’elettrificazione della gamma è una pietra miliare nei progetti di neutralità climatica della casa annunciata al 2030, che avverrà anche attraverso altri progetti che contribuirrano a compensare le emissioni: per la fine del decennio, infatti, l’annuncio è di un’offerta al 40% di elettrico puro e 40% ibrido, e al 20% a combustione termica.

Il Presidente e CEO di Samsung Display, Joo-Sun Choi, ha illustrato da parte sua: “L’azienda sudcoreana, con la sua pluriennale esperienza nel campo della tecnologia OLED, è nella posizione ideale per introdurre display ad alta tecnologia nelle Ferrari di nuova generazione, che siano all’altezza degli elevati standard delle vetture di Maranello”. Il CEO della società sudcoreana, che ha in programma di investire più 3 miliardi di dollari nella produzione di pannelli OLED ad Asan, ha poi concluso: “La collaborazione con Ferrari ci permetterà di applicare i nostri punti di forza al mondo delle vetture supersportive, consolidando la posizione nel mercato degli schermi OLED per il settore automotive”.

Immagine di copertina: l’Automotive Experience Zone presentata all’evento MWC Barcelona 2023 (Samsung Display)

Related Posts