Roma, 21/02/2024
Roma, 21/02/2024

Guida Autonoma, la nuova Bentley elettrica si potrà condurre senza mani sul volante

11

Bentley annuncia la sua prima vettura elettrica dotata di sistema di guida autonoma, attivabile in determinati tratti e contesti. La tecnologia sarà la SuperVision sviluppata dall’israeliana Mobileye, specializzata in sistemi di assistenza alla guida anche avanzati

Per i grandi marchi la guida autonoma è una frontiera dalla quale non si può recedere, e se è vero che molte auto, dalle berline ai segmenti di lusso, ad oggi in commercio integrano dei sistemi di assistenza al conducente, per una autonomia totale c’è ancora molto da fare. Sia a livello tecnologico, ma soprattutto normativo.

Bentley annuncia la guida autonoma (o quasi) per la sua prima elettrica

Fatta questa premessa, Bentley ha confermato che la sua prima vettura elettrica che vedremo su mercato nel 2026 integrerà una tecnologia autonoma. L’amministratore delegato della casa automobilista britannica, Adrian Hallmark, nei giorni scorsi ha spiegato ad Autocar che l’auto si potrà condurre “senza mani”. Attenzione però, siamo ancora lontani dal livello 5 di guida autonoma, ovvero di fronte ad un veicolo capace effettivamente di guidarsi da solo senza alcun controllo o supervisione umana.

Lo stesso Hallmark ha precisato che una funzionalità di questo genere arriverà in un non meglio precisato secondo momento. Intanto, la nuova Bentley sarà basata sulla piattaforma già sviluppata da Porsche ed Audi PPE (Premium Platform Electric) e dotata del software 1.2 fornito da Volkswagen.

Mobileye fornirà la tecnologia autonoma della Bentley elettrica

Inoltre, la vettura avrà il suo interno il sistema SuperVision fornito da Mobileye. La tecnologia creata dalla società israeliana che si occupa di assistenza alla guida e funzioni autonome nelle auto è di tipo 2+. Ciò significa che la Bentley che sarà presentata nel 2025 per poi essere acquistabile l’anno dopo dovrebbe presentare funzioni come il cruise control adattivo, mantenimento e cambio della corsia con l’occhio e la supervisione sempre vigile da parte dell’autista. Tuttavia, in determinati contesi come tratti autostradali e parcheggi, la vettura potrà andare effettivamente senza mani sul volante. Questo grazie al SuperVision che integra il chip ad alte prestazioni EyeQ5, undici telecamere e mappe ad alta definizione crowdsourcing.

Bentley così farà un primo passo nella nuova era della mobilità sia dal punto di vista della guida autonoma, con il primo mattone posto, che in quello relativo all’elettrico. Come annunciato negli scorsi mesi, il marchio britannico dal 2030 produrrà infatti solo modelli EV. Non solo: queste vetture saranno, fanno sapere dal marchio, più potenti di quelle termiche. Con l’intenzione, dalle parole di Hallmark, non solo di creare veicoli elettrici, ma di “plasmare un segmento”.

Related Posts