Roma, 15/04/2024
Roma, 15/04/2024

Enel X e Enel X Way per il trasporto pubblico sostenibile: elettrificheranno il deposito Autoguidovie di Crema

11

Enel si aggiudica la realizzazione di infrastrutture elettriche nel sito di Crema, assegnata da Autoguidovie. Sarà Enel X, con un sistema di ricarica smart progettato, installato e operato da Enel X Way, a garantire il servizio di ricarica di dieci bus da ottobre

Il trasporto pubblico locale (Tpl) è un settore fondamentale per la transizione energetica e verso soluzioni di mobilità sostenibili che utilizzino energia verde. Ha infatti sottolineato Armando Fiumara, Head of e-Bus Italy di Enel X: “Elettrificare il trasporto pubblico locale è un’occasione per ridisegnare complessivamente la mobilità delle nostre città in una logica più smart, offrendo ai cittadini un servizio meno inquinante e meno rumoroso, incentivandone così l’utilizzo per gli spostamenti”.

Il TPL di Crema potrà contare su un sistema di ricarica smart progettato e installato da Enel X Way, la società del Gruppo dedicata alla mobilità elettrica, in un processo di elettrificazione operato da Enel X, business line globale che opera nell’ambito della fornitura e dell’efficientamento energetico e per lo sviluppo di soluzioni innovative a supporto della transizione energetica, per la realizzazione dell’infrastruttura elettrica a deposito necessaria per l’esercizio di 10 bus elettrici a servizio della città.

La commessa è stata assegnata da Autoguidovie – la maggiore azienda a capitale privato italiano del Trasporto Pubblico Locale che opera in varie regioni (tra cui Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Piemonte) – e fa parte di un progetto più ampio dove Enel X si occuperà di infrastrutturare anche tre siti gestiti da Autoguidovie e delle sue partecipate.

Non basta acquistare un autobus elettrico per ridurre le emissioni di CO2 e fare un passo in avanti verso l’elettrificazione: servono infrastrutture, stazioni di ricarica che vengono da noi fornite con il supporto di Enel X Way, efficientamento dei depositi e digitalizzazione. Con l’assegnazione di questa commessa, Enel X svilupperà a Crema un nuovo sistema evoluto ed efficiente di mobilità a beneficio dei cittadini” ha aggiunto Fiumara.

La società di occuperà di realizzare un impianto di distribuzione e infrastrutturazione elettrica del deposito a servizio delle ricariche di 10 autobus elettrici, con manutenzione full service e sistema di smart charging di Enel X Way con garanzia a due anni. Il progetto poggerà sulle competenze, da una parte, nel realizzare e gestire infrastrutture urbane complesse di Enel X e, dall’altra, sull’esperienza nella progettazione e installazione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici di Enel X Way. Grazie al contributo delle due aziende del Gruppo, Enel è stata in grado di fornire un unico accordo per la progettazione, la fornitura di soluzioni per la ricarica, il supporto durante la direzione dei lavori e la richiesta dei permessi volti all’ottenimento dell’allacciamento alla rete della cabina dedicata. 

I lavori di progettazione sono iniziati a gennaio e proseguiranno con la costruzione dell’infrastruttura fino all’avviamento del servizio a ottobre 2023.

“Sostenibilità ambientale e rigenerazione urbana rappresentano i perni su cui ruotano tutti i processi di costruzione e sviluppo dei nostri servizi di mobilità” ha spiegato Stefano Rossi, Amministratore Delegato di Autoguidovie. “Attraverso la realizzazione di infrastrutture elettriche i cittadini, sempre al centro della nostra strategia aziendale, potranno contare su una mobilità sostenibile aderente alle proprie esigenze. Siamo convinti, infatti, che solo un trasporto pubblico dal forte timbro innovativo possa attrarre una domanda oggi coperta dal mezzo privato al fine di decongestionare il traffico rendendo migliore l’esperienza durante gli spostamenti e armonizzare il servizio con le peculiarità tipiche della città di Crema e dintorni. Con questo ulteriore investimento Autoguidovie rilancia la centralità del trasporto pubblico come driver di crescita per i cittadini, per i territori e per le imprese” ha concluso Rossi.

Related Posts