Roma, 01/03/2024
Roma, 01/03/2024

Auto volanti, due sorprendenti progetti dalla Cina. Xpeng presenta un modello avveniristico e la risposta al Cybertruck

11

La casa automobilistica cinese Xpeng, tramite la sua divisione Aeroht, ha presentato di recente due curiosi modelli di auto volanti. O meglio, uno lo è propriamente, mentre l’altro veicolo, sorta di risposta asiatica al Cybertruck di Tesla, ospita al suo interno un eVTOL

Concept di pura fantascienza o realtà? Le auto volanti sembravano un’utopia, ma con i recenti progressi tecnologici e la rivoluzione nella mobilità che sta abbracciando l’elettrico e modi alternativi di considerare i trasporti, il traguardo sembra più fattibile. Anche se non vicinissimo, è chiaro.

I prototipi di auto volanti

Per ora parliamo di avveniristici prototipi, proposti in particolare da start-up. Pensiamo alla Model A della statunitense Alef Aeronautics, incrocio tra veicolo a quattro ruote ed eVTOL, che però è riuscita intanto ad ottenere dalla Federal Aviation Administration il certificato di aeronavigabilità, presupposto importante per dare il via alle produzione. Oppure dalla Cina il concept della Guangzhou Automobile Group (GAC), ovvero il GOVE (GAC On-The-Go Vertical EV), che combina una piattaforma mobile a quattro ruote con un veicolo a decollo e atterraggio verticale.

Xpeng tra l’eVTOL X2 e una supercar volante

Restando in ambiente cinese, la casa automobilistica specializzata in supercar Xpeng, tramite la sua divisione Aeroht, sta sviluppando progetti di auto volanti per progredire ulteriormente nella strada battuta con l’X2. Si tratta di un eVTOL che ha svolto il suo primo volo di prova a Dubai lo scorso anno, mentre negli ultimi mesi ha ottenuto in Cina la certificazione per volare trasportando un equipaggio (in questo caso di due persone massimo).

Ma nei progetti di Xpeng Aeroht ci sono due prototipi molto particolari, che vanno oltre il concetto di eVTOL per approdare nel campo delle auto volanti. Come la coupé presentata durante il 1024 Tech Day dell’azienda dello scorso ottobre. Una vera e propria vettura a quattro ruote dalle linee estremamente futuristiche, ma dotata anche di otto rotori sul tetto per il decollo, volo ed atterraggio verticale.

A differenza della X2, che forse verrà chiamata X3, non siamo di fronte ad un drone, quanto ad una vera e propria auto a due porte con il suo design “terrestre”, dotata di portiere trasparenti per agevolare la visibilità durante il volo, aerodinamica molto accentuata ed enormi prese d’aria nella parte posteriore. Ancora, per agevolare la fase aerea e diminuire la resistenza sono stati presi altri accorgimenti, come le maniglie delle portiere a scomparsa, le telecamere al posto dei normali specchietti e carenature aerodinamiche a coprire i cerchioni delle ruote.

Il veicolo potrebbe essere lanciato sul mercato il prossimo anno ad un prezzo che a ben vedere sembra persino modesto per la raffinatissima tecnologia proposta, ovvero 1.000.000 di yuan, equivalenti a circa 130.000 euro. Certo, parliamo di un mezzo non alla portata di tutti al di là del suo costo, e la cui versione definitiva è ancora lungi da quella proposta nel concept diffuso da Xpeng.

La risposta di Xpeng al Cybertruck, ma con qualcosa in più

L’altro progetto della casa cinese è, se vogliamo, ancora più particolare. Il Land Aircraft Carrier ha l’aspetto di una risposta asiatica al Cybertruck di Tesla diventato ormai realtà (le consegne sono iniziate a fine novembre). Parliamo di un Suv dalle linee compatte e massicce, squadrate quasi come il dibattuto mezzo di Elon Musk. A differenziarsi il fatto che questo veicolo a sei ruote cela al suo interno un drone dotato di sei rotori a scomparsa.

Il piccolo velivolo è ospitato nella parte posteriore del fuoristrada: si apre il bagagliaio ed ecco l’eVTOL di sesta generazione, che dispiega i suoi rotori retrattili e può volare anche con solo quattro di essi in funzione, casomai due fossero in avaria.

Due veicoli in uno, insomma, uno per la terra e l’altro per l’aria, con quest’ultimo utile ad esempio in situazioni di emergenza come il soccorso aereo. Il Suv ibrido inoltre funge da base per la ricarica dell’eVTOL. Ma non solo: il Land Aircraft Carrier è concepito anche come camper, con le portiere laterali che si aprono per consentire l’estrazione di una sorta di gazebo per stare en plein air. Non è stata ancora divulgata una potenziale data di lancio di questo curioso veicolo firmato Xpeng.

Immagine di Copertina: Xpeng

Related Posts