Roma, 22/05/2024
Roma, 22/05/2024

Come viaggiare in modo sostenibile questa primavera

11un uomo si muove in bici su un sentiero per dimostrare Come viaggiare in modo sostenibile

C’è sempre più bisogno di pensare green. Se i nostri spostamenti causano emissioni, anche una vacanza ha un impatto sul pianeta. Allora vediamo come viaggiare in modo sostenibile questa primavera

La bella stagione sta arrivando e la voglia di stare all’aria aperta e vedere posti nuovi fa capolino nelle nostre coscienze. Ma al loro interno c’è anche la voglia di essere ecosostenibili: da qui nasce un vero e proprio dramma. Non c’è da preoccuparsi: anche le vacanze possono essere pensate in modo rispettoso per il pianeta.

I mezzi più sostenibili per le vacanze

Prendere un aereo è comodo, ma ha davvero una grande impronta carbonica. Se ormai sempre più compagnie aeree permettono di spendere una piccola somma per compensare le emissioni di CO2 dei propri voli, l’ideale sarebbe comunque di evitare di viaggiare via aria soprattutto quando si tratta di percorsi relativamente brevi.

In questi casi, infatti, è meglio il treno. Per quanto ci siano problemi nei servizi e tante linee vadano ancora elettrificate. Viaggiare su rotaia è meno pesante per l’ambiente, può essere comunque veloce ed è spesso più confortevole di una compagnia aerea low cost. Inoltre, le stazioni solitamente sono meglio collegate con i mezzi pubblici e più facili da raggiungere con mezzi di micro-mobilità, il che rende l’intermodalità più fattibile. E l’ambiente ringrazia.

Laddove invece non sia così facile muoversi in treno, si può optare per il trasporto su gomma elettrico. Insomma, gli EV, che sono sempre più facili da noleggiare.

Quando viaggiare in modo sostenibile conviene: i biglietti climatici

Per favorire l’utilizzo del trasporto pubblico anche per i turisti, tra l’altro, in sempre più città e Paesi del mondo si stanno proponendo i cosiddetti ‘biglietti climatici’. Si tratta di un titolo di viaggio a basso costo venduto ad abitanti e turisti.

In effetti spesso anche chi si trova in vacanza sceglie di noleggiare un veicolo per comodità. Optare per il TPL, però, può essere una scelta non solo ‘verde’, ma anche perfetta per scoprire angoli delle città belli ma lontani dai soliti itinerari iperaffollati.

La soluzione migliore: il cicloturismo

Se è tanto bello andare dall’altro lato del mondo per scoprire nuove culture e ampliare i propri orizzonti, c’è un tipo di turismo che si può fare letteralmente ovunque, anche a due passi da casa. Si tratta di quello lento, in particolare quello su due ruote.

Il cicloturismo sta cambiando anche l’assetto economico del settore delle biciclette. Sono sempre più affittate, in particolare le e-bike. Usarle permette non solo di fare viaggi in cui si apprezza di più l’aspetto ambientale, ma anche fare bene a sé stessi (si fa tanta attività fisica) e agli altri.

Ormai c’è anche il boat-sharing

Il leasing sostenibile non si riduce alla gomma o alle due ruote. Come avevamo già visto in passato, anche le imbarcazioni elettriche possono essere noleggiate in diversi laghi italiani grazie ai servizi di boat-sharing. Questo significa che l’impronta carbonica dei nostri viaggi può essere ridotta al massimo senza rinunciare, però, alla bellezza.

È chiaro che, comunque, la scelta più ecologica quando si parla di acqua siano remi e un po’ di olio di gomito. Non si tratta, però, di qualcosa di adatto a tutti i vacanzieri. Anche per questo, dunque, quando scegliamo come viaggiare in modo sostenibile dobbiamo ragionare sulla base delle nostre necessità e fare un compromesso. Uno che, però, faccia bene all’ambiente.

Related Posts